Cosa metti nel tuo vaso?

Cosa metti nel tuo vaso?

 

Stamattina sono andata a nuotare in piscina: mi piace, mi fa stare bene, nel corpo e nella mente, lava via tensioni e pensieri inquinanti.

Lo faccio due volte la settimana, sempre, a volte anche tre.

Lo faccio quando ho tempo?

No, lo programmo A PRIORI nella mia agenda.

Perché ho imparato che la cosa più utile per essere performanti nelle attività quotidiane è DEDICARE TEMPO a se stessi, al proprio benessere, alla ricarica di energia positiva.

C’è chi dice che bisogna lavorare 14 ore al giorno, che più tempo dedichi alla tua attività più otterrai risultati eccellenti.

Domandati CHE COSA SONO per te i risultati eccellenti e CHE COSA PORTANO NELLA TUA VITA: prestigio, importanza, ricchezza, fama, evoluzione, potere, affermazione, crescita, trasformazione o altro…

Tutti desideriamo qualcuno di questi.

Ecco, quale PREZZO sei disposto a pagare per ottenerli?

Perché se sei sempre sotto stress, se non hai momenti di RICARICA PER TE, temo che il costo sarà alto e un giorno potresti domandarti se ne valeva la pena.

Mi piace, in proposito, quella storia che gira da tempo sul “vaso da riempire”:

anche se la conosci FA SEMPRE BENE rileggerla per ricordarsene.

Eccola qui di seguito:

Durante una lezione di formazione sulla “Pianificazione efficace del tempo” ad un gruppo di dirigenti di importanti aziende un anziano professore disse: “Adesso faremo un esperimento”.

Tirò fuori un grande recipiente di vetro e lo posò davanti a sé. Poi tirò fuori una dozzina di sassi piuttosto grandi e uno ad uno li mise delicatamente dentro il vaso. Quando questo fu riempito fino al bordo e fu impossibile aggiungere anche un solo sasso domandò:

”Questo vaso è pieno?” Tutti risposero “Sì”.

Attese qualche secondo e aggiunse: “Davvero?”

E tirò fuori un secondo contenitore, questa volta pieno di ghiaia. Con attenzione versò questa ghiaia sui grossi sassi e poi scosse leggermente il vaso. I pezzettini di ghiaia si infiltrarono tra i sassi fino al fondo del recipiente.

L’anziano professore ridomandò: “Questo vaso è pieno?”

Uno di essi rispose: “Probabilmente no!”

“Bene” rispose l’anziano professore.

E tirò fuori quindi un secchio di sabbia. Versò piano la sabbia nel vaso, che andò a riempire gli spazi tra i grossi sassi e la ghiaia.

Ancora una volta domandò: “Questo vaso è pieno?”

Questa volta i suoi allievi risposero: “No!”

“Bene!” disse nuovamente il vecchio professore.

E prese la brocca dell’acqua che stava sul tavolo e riempì il vaso fino al bordo.

“Quale grande verità ci dimostra questo esperimento?”

Uno dei presenti, ripensando all’argomento del corso rispose: “Dimostra che anche quando si crede che la nostra agenda sia completamente piena, ci si possono aggiungere altri appuntamenti, altre cose da fare.”

Il vecchio professore rispose “No, non è questo. La grande verità che quest’esperimento ci dimostra è la seguente: se si mettono prima acqua, sabbia e ghiaia all’interno del vaso poi per i sassi più grossi non resterà spazio”

 

Quali sono i SASSI più GROSSI e

quindi le cose più IMPORTANTI della TUA VITA?

Decidi TU e mettili per PRIMI nel tuo vaso

 

(io intanto proseguo il mio lavoro dopo una bella nuotata rigenerante…)

 

 

 

Abbi cura di Te

Nives

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *